Corte Costituzionale – sentenza del 12 settembre 2019 n. 212.

Ogniqualvolta la legge prevede un limite minimo edittale, a questo potranno essere ricondotti una pluralità di fatti e situazioni concrete che, secondo dati di comune esperienza, sul piano fenomenico necessariamente ammettono una molteplicità di variabili; ciò è tanto più evidente ove le condotte vietate abbiano a oggetto beni “dosabili”. Una “quota di fissità” della sanzione […]

Corte di Cassazione – sezione I penale – 13 marzo 2008 nr. 14937

Non esiste incompatibilità fra gli istituti della recidiva e della continuazione, sicchè, sussistendone le condizioni, vanno applicati entrambi, praticando sul reato base, se del caso, l’aumento di pena per la recidiva e, quindi, quello per la continuazione la quale può essere riconosciuta anche fra un reato già oggetto di condanna irrevocabile ed un altro commesso […]