Professione di agente o rappresentante per lo spettacolo dal vivo – L. n.106/22

image_print

 

LEGGE 15 luglio 2022, n. 106 Delega al Governo e altre disposizioni in materia di spettacolo. (22G00116) (GU Serie Generale n.180 del 03-08-2022)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/08/2022

 

 

Art. 4 – Professione di agente o rappresentante per lo spettacolo dal vivo

 

  1. E’ riconosciuta la professione di agente o rappresentante per lo spettacolo dal vivo, di seguito denominato «agente», quale attivita’ di rappresentanza di artisti e  di  produzione  di  spettacoli,  come disciplinata dal presente articolo.

  2. L’agente, sulla base di un  contratto  scritto  di  procura  con firma autenticata, rappresenta  gli  artisti,  gli  esecutori  e  gli interpreti, nei confronti di terzi, allo scopo di:

    a) promuovere, trattare e definire i programmi, i luoghi e  le date delle prestazioni e le relative clausole contrattuali;

    b) sottoscrivere i contratti che regolano le prestazioni in nome e per conto del lavoratore di cui ha la rappresentanza in base a un mandato espresso;

    c) prestare consulenza ai propri mandanti per gli adempimenti di legge, anche di natura previdenziale e assistenziale,  relativi  o conseguenti al contratto di prestazione artistica;

    d)  ricevere  le  comunicazioni  che  riguardano  le  prestazioni artistiche dei propri mandanti e provvedere a quanto necessario  alla gestione degli affari inerenti alla loro attivita’ professionale;

    e) organizzare la programmazione e  la  distribuzione  di  eventi nell’interesse del mandante o preponente.

  3. L’attivita’ di agente e’ incompatibile con quella di  direttore, direttore artistico, sovrintendente o consulente artistico,  anche  a titolo gratuito, di un ente destinatario  di  finanziamenti  pubblici superiori a euro 100.000.

  4. E’ istituito presso  il  Ministero  della  cultura  il  registro nazionale degli agenti o rappresentanti per lo spettacolo dal vivo.

  5. Con decreto  del  Ministro  della  cultura,  da  adottare  entro centoventi giorni dalla data di  entrata  in  vigore  della  presente legge, di concerto con il  Ministro  del  lavoro  e  delle  politiche sociali, sentite la Conferenza  permanente  per  i  rapporti  tra  lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano e  le associazioni professionali  dei  lavoratori  e  degli  operatori  del settore, sono stabiliti i  requisiti  e  definite  le  modalita’  per l’iscrizione nel registro di cui al comma 4.

  6. Il registro e’ pubblicato nel sito internet  istituzionale  del Ministero della cultura.